POSSIBILE LGBTI+

La stagione politica che stiamo vivendo getta un vergognoso velo di oscurantismo sui temi dei diritti, delle libertà e dell’uguaglianza. Ci troviamo di fronte ad un Governo che sostiene scelte e posizioni reazionarie e che minaccia di cancellare anni di rivendicazioni e conquiste a cui intendiamo rispondere con la forza delle nostre storie, con la resistenza dei nostri corpi e delle nostre identità. In nessun modo possiamo accettare la propaganda delle attuali forze di governo a favore di un modello di società e di famiglia vecchio e criminosamente sbagliato. Sappiamo bene che a questi messaggi, più o meno espliciti, dei rappresentanti politici si accompagnano discriminazioni che si fanno di giorno in giorno più insidiose e violenze compiute da individui che, proprio a causa dell’odio diffuso da alcune figure politiche, percepiscono tali comportamenti come legittimi.

Possibile sostiene le battaglie e le rivendicazioni della comunità LGBTI+ e da sempre rivendica l’importanza di una società che sia più inclusiva e che garantisca a tutte, a tutti e a tutt* eguali diritti, tutele e libertà; una società che dia a ogni cittadin* le stesse possibilità e che permetta il pieno sviluppo e autodeterminazione di ogni persona senza discriminazioni.

Per questi motivi, come Possibile, Possibile LGBTI+ e Varese Possibile, chiediamo di aderire al Manifesto del Varese Pride e saremo presenti alla manifestazione del 15 giugno.

Con orgoglio, passione e determinazione, il nostro impegno per l’uguaglianza e la liberazione delle persone LGBTI+ non mancherà!

Walter Girardi
Portavoce Comitato Possibile Varese “Rosa Parks”

Gianmarco Capogna
Portavoce Nazionale Possibile LGBTI+

Rispondi