fbpx
Vai al contenuto

CGIL Varese

    La CGIL di Varese aderisce anche questo anno al Pride di Varese. Le nostre convinzioni hanno radici nella nostra Costituzione democratica e antifascista: lo Stato ha il dovere di garantire a tutte e tutti pari dignità e pari. Il valore della Libertà è inviolabile non può non ricomprendere il riconoscimento delle identità di genere e di orientamento affettivo/sessuale. Ripetuti e continui sono gli attacchi e le provocazioni, anche da esponenti delle istituzioni, che negano la libera espressione del proprio essere, attacchi e provocazioni che si accomunano a quelli contro i migranti e le donne, attacchi e provocazioni che si traducono poi in pericolose ricadute sul piano legislativo.
    La CGIL di Varese partecipa anche questo anno al Pride di Varese in continuità con la promozione sui luoghi di lavoro delle lotte contro la precarietà, lo sfruttamento, le disuguaglianze e a tutela e al rispetto dei contratti e delle norme sulla salute e sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori.
    E’ importante esserci il 22 giugno per camminare insieme, libere e liberi dai pregiudizi e dagli attacchi discriminatori di una parte del dibattito politico. Saremo perciò presenti forti dei percorsi che negli anni, con la comunità LGBTQI+ abbiamo costruito e che ci hanno visto camminare fianco a fianco nel contrastare le spinte di chi vuole imporre nel nostro Paese una cultura reazionaria e patriarcale.
    Diritti collettivi e Diritti civili camminano insieme.